Ozonizzatore: disinfezione nelle compagnie di noleggio

Utilizzare un ozonizzatore all’interno dell’abitacolo auto permette di ottenere un ambiente più pulito e salutare. Tanti sono i fattori che possono contribuire a rendere l’aria pesante all’interno degli abitacoli delle auto: fumo, smog, sudore, allergeni muffe o odori forti possono contribuire in maniera corposa a rendere l’ambiente pesante. Il problema trova la sua soluzione attraverso un semplicissimo ozonizzatore.

Perché usare il purificatore d’aria

Le consuete attività di pulizia di abitacoli e d’impianti di climatizzazione auto effettuati con prodotti chimici non garantiscono una completa igienizzazione, perché vi sono punti dove è difficile se non impossibile riuscire a eliminare batteri, virus, spore, muffe, e l’accumulo di microrganismi, infetta l’ambiente lasciando anche sgradevoli odori.

L’ozono riesce a igienizzare e purificare gli abitacoli delle nostre auto, grazie all’utilizzo dell’ozonizzatore. I generatori di ozono che si utilizzano per le vetture sono solitamente portatili, e si attivano in assenza di persone e animali. Occorre, per una corretta sanificazione, aspirare e rimuovere la polvere, porre l’ozonizzatore all’esterno dell’auto, deve poter prelevare aria fresca, a questo punto chiudere tutti i finestrini lasciando solo un piccolo spazio dove sarà inserito il tubo collegato al generatore; accendere l’ozonizzare per almeno quindici minuti, alla fine di questo processo si ottiene un ambiente sanitizzato e purificato. Con tempi più lunghi si raggiunge una sterilizzazione pari a quasi al 100%.

I nostri ozonizzatori per l’auto eliminano la causa dei cattivi odori e disinfettano senza lasciare sottoprodotti e residui e se utilizzati secondo le istruzioni, non hanno alcuna controindicazione.

La proposta firmata Greenbiotech

La soluzione proposta da Greenbiotech si chiama Ozonizzatore. Hanno il compito di trasformare l’ossigeno in ozono mediante utilizzando“scosse elettriche controllate ” sistema brevettato ad alta affidabilità. Si genera ozono attraverso il macchinario, che è sciolto nell’ambiente da sanitizzare il risultato è la completa eliminazione degli agenti patogeni. L’ozonizzatore è dotato di un dispositivo elettro-pneumatico che ha la funzione di controllare e regolare in modo costante un determinato volume d’aria cui è applicata una tensione sufficiente a trasformare detto ossigeno a una misura maggiore o minore in ozono; tutte le sue parti sono situate all’interno di una scatola di acciaio inox. È dotato di un temporizzatore ciclico per controllare il tempo di produzione e quindi regolare la quantità di ozono (mg/h) generato. Un ultimo accorgimento per il corretto utilizzo di questi generatori, non si devono collocare in condizioni di sporco e/o umidità relativa molto elevata, poiché l’aria utile per creare l’ozono è prelevata dallo stesso ambiente.

Comments

comments